fbpx

Mobility Management

extragiro
formazione

Webinar gratuito - Martedì 1 dicembre 2020

Il Mobility Management
e la mobilità nelle aree urbane.

Il punto di vista delle pubbliche amministrazioni sui vari aspetti della mobilità.

Days
Hours
Minutes
Seconds
  • Webinar gratuito aperto a tutti
  • Martedì 1 dicembre 2020
  • Dalle 17:00 alle 18:30
  • Marco Pavarini - Luca Savi - Rolando Cervi - Antonio Enrico Buonocore - Nicola Cesari - Elisa Leoni
  • Online su piattaforma Zoom
  • Per partecipare occorre completare la registrazione gratuita al webinar​
Days
Hours
Minutes
Seconds

UN NUOVA FUNZIONE,
UN NUOVO RUOLO IN AZIENDA

Il Mobility Management riguarda una platea di soggetti  – sempre più ampia – che devono rispondere alla sfida del cambiamento ed agli adempimenti di legge, con un sistema che sia di beneficio per tutta la collettività.

Al centro di questo nuovo processo ci sono i Mobility Manager: che devono formarsi velocemente e acquisire il know how necessario per questa funzione.

A sostegno di questa trasformazione, abbiamo messo a disposizione il nostro network di competenze in primis sulla formazione: i destinatari sono le aziende private, la Pubblica Amministrazione, gli Enti Locali ed i privati (professionisti, impiegati, giovani diplomati e laureati) che desiderano operare in questo ambito.

Tutto ciò che dovresti sapere sul mobility management

Il DL n.34 del 19 maggio 2020, nel linguaggio comune “decreto rilancio”, è stato convertito in legge il giorno 17/07/2020; esso contiene vari articoli significativi attinenti alla nuova mobilità ed al contenimento dell’inquinamento. In particolare, in uno di questi è stato rivisto il ruolo del Mobility Manager: tutte le aziende o enti pubblici con almeno 100 occupati sono obbligate a nominare entro il 31 dicembre il responsabile della mobilità aziendale, detto Mobility Manager, e a predisporre il PSCL (piano spostamento casa-lavoro). I compiti del MM riguardano in maniera sostanziale la raccolta e analisi delle abitudini comportamentali dei dipendenti della realtà di cui fa parte; gli obiettivi del MM riguardano la riduzione dell’impronta carbonica causata da quelle abitudini, attraverso azioni di breve e lungo termine, sfruttando le risorse che ha a disposizione per incentivare l’utilizzo dei mezzi pubblici, la micromobilità, lo smart working, l’utilizzo di mezzi elettrici, il carpooling e tutte le altre alternative al mezzo privato raggiungendo una diminuzione dell’inquinamento a 360 gradi.

Il Mobility Manager è il responsabile della mobilità del personale aziendale ed ha come obiettivo l’ottimizzazione degli spostamenti dei dipendenti nell’ottica di una maggiore sostenibilità ambientale.

Per svolgere al meglio questo compito occorre che il Mobility Manager faccia da raccordo tra le istituzioni e l’azienda stessa, collaborando con gli altri MM, il Comune e gli enti di trasporti per raggiungere l’obiettivo comune della riduzione dell’uso dell’auto personale a vantaggio della micromobilità e dell’utilizzo dei mezzi pubblici.

Il ruolo del Moblity Manager va molto al di là della redazione del Piano Spostamenti Casa-Lavoro, compito principale al momento della nomina; egli diventa promotore di una complessa serie di azioni atte ad una transizione green del personale e dell’azienda stessa, impegnandosi sia nella messa a disposizione di servizi sostenibili che nella promozione ed incentivazione degli stessi

All’interno dell’azienda il Mobility Manager è un punto di raccordo tra le diverse aree aziendali, un filtro tra le decisioni del direttivo e il vasto panorama dei dipendenti; è colui che bussa alla porta dell’ufficio amministrazione per confrontarsi sulla gestione della reportistica di una misura di mobilità sostenibile, ed è colui alla cui porta bussa il dipendente che vuole proporre una tematica green o che vuole aggiungersi alla lista dei colleghi che usufruiscono di un incentivo.

All’esterno dell’azienda il Mobility Manager è un ambasciatore della sostenibilità ambientale della propria azienda e come tale, se lavora con passione, è coinvolto nelle progettualità locali in ambito mobilità; nei comuni già interconnessi con reti di Mobility Manager gli stessi vengono a conoscenza in anteprima delle proposte dei trasporti pubblici e in maniera opposta sono tra le persone che possono richiedere un intervento particolare su di esso.

La nomina di Mobility Manager può essere assegnata a differenti figure aziendali, le quali sono ugualmente chiamate ad impegnarsi per rendere efficaci le misure di mobilità sostenibile, pur avendo competenze differenti; all’interno dell’azienda il Mobility Manager dovrà interfacciarsi sia con la direzione che con le risorse umane e l’amministrazione, progettando misure, erogando sondaggi e tenendo rendicontazioni, prendendosi cura del sentiment aziendale sulle tematiche relative all’ecologia, dell’efficienza delle misure implementate e del calcolo costi-benefici tenendo l’attenzione della parte economica

Il Mobility Manager è un ruolo che vista la sua complessità può essere interpretato bene da diversi profili professionali; chi è più competente a livello tecnico (es. ing. Ambientale) dovrà migliorare le proprie conoscenze a livello comunicativo ed amministrativo, chi particolarmente preparato nel project management sarà chiamato allo studio delle dinamiche di ecosostenibilità, gli esperti di HR dovranno prepararsi in particolare riguardo le best practice e la rendicontazione

La posizione di Mobility Manager è contemporaneamente punto di partenza e punto di arrivo; avendo le caratteristiche esplicitate nei punti precedenti, è facile intuire però che è una mansione qualificante. Quando i progetti sono portati a termine ci sono benefici importanti sia ambientali che a volte economici da e per l’azienda, inoltre il lavoro a stretto contatto con i manager delle aziende del territorio e con enti pubblici, Mobility Manager di Area e società di trasporti mettono nelle condizioni di apprendere dinamiche altrimenti difficilmente raggiungibili ed inseriscono in ambienti di lavoro rilevanti.

Il corso base - 16 ore

Destinato alle aziende e pubbliche amministrazioni che necessitano di istruire il Mobility Manager appena nominato affinché comprenda profondamente il ruolo e le dinamiche che lo riguardano, oltre alle competenze basilari utili alla redazione del Piano Spostamento Casa-Lavoro.

Inoltre è previsto, una volta completato il corso, un coaching di 4 ore destinato all’implementazione di una misura di mobilità sostenibile

  • Certificazione

Attestato di partecipazione

Inizio corso: 10 dicembre 2020

4 giornate da 4 ore

Il corso pro - 80 ore

Rivolto a tutti i professionisti che hanno intenzione di apprendere tutte le competenze necessarie allo svolgimento del ruolo, a partire dal quadro legislativo fino al miglioramento delle soft skills comunicative fondamentali per il raggiungimento del risultato nelle misure implementabili; saranno condivise le best practice e le azioni da svolgere per la loro implementazione, le idee alla base di un buon questionario per la redazione del PSCL e la relativa analisi dei dati, analizzate le azioni amministrative del ruolo, svolte esercitazioni per tutte le fasi operative.

Ulteriormente rispetto alla proposta formativa frontale, verranno prodotti ed erogati 12 webinar monografici all’anno di 2 ore e mezza l’uno, con approfondimenti tematici per il cost ante miglioramento ed aggiornamento delle competenze dei Mobility Manager formati.

  • Certificazione

Attestato di merito: certificazione delle competenze tramite prova finale in commissione

Inizio corso: 11 gennaio 2021

Chi siamo

schema-grafico-volantino2

LEN è una società cooperativa di Parma che da 15 anni si occupa di formazione professionale.

Tra i propri progetti ha svolto una consulenza di Mobility Management per una pubblica amministrazione di Parma, producendo il PSCL ed implementando alcune misure di mobilità sostenibile, le quali hanno permesso una riduzione significativa dell’impronta carbonica sul totale degli spostamenti dei dipendenti; per queste azioni la p.a. ha ottenuto annualmente encomi dai responsabili di mobilità dell’amministrazione comunale.

schema-grafico-volantino1

EXTRAGIRO  è la divisione di Communication Clinic creata per completare la piattaforma di servizi e comunicazione nel settore Bike/eBike, mobilità sostenibile, servizi a sostegno della trasformazione verso la sostenibilità. 

Communication Clinic è una società di consulenza e temporary management creata nel 2016 come evoluzione di una agenzia con oltre 15 anni di esperienza nazionale ed internazionale. Oggi è una realtà operativa in grado di offrire soluzioni concrete per progetti di marketing territoriale e sport, per la comunicazione, eventi e digital trasformation.

Dal 2017 produce e organizza il Giro d’Italia Giovani Under 23 ed altre gare ciclistiche per il sostegno del mondo giovanile, ideate con il gruppo sportivo della Nuova Ciclistica Placci.

Nel 2020 ha realizzato i Campionati Mondiali di Ciclismo su Strada Imola 2020. Come Comitato Organizzatore è stato insignito da T. Bach (CIO) della medaglia olimpica per l’organizzazione.

Vuoi più informazioni?

Compila il form e inviaci la tua richiesta